Denver, 2-1 su Portland grazie ad un super Rivers

Nuggets al successo per 120-115 negli ultimi sei minuti grazie a quattro triple consecutive di Rivers. In gara si trova a -3 e questo grazie anche a Nikola Jokic. Le partite sviluppano sugli spettatori una voglia di scommettere sui risultati e su questo sito lo potete fare.

Jokic e Rivers entrambi decisivi

Il Moda Center viene violato dai Nuggets con Jokic 20 triple e nell’ultimo quarto Rivers produce qualcosa di sorprendente che la portano a condurre la serie per 2-1. Come sempre Nikola gioca da Mvp mettendo la sua firma sul successo al di sopra delle sue statistiche. 120-115 e l’X-Factor diventa in gara un Austin Rivers infilando quattro triple consecutive e marchiando 16 punti decisivi negli ultimi minuti di gioco.

Il Portland affanna nel trovare il ritmo nella lunga distanza e nella difesa non riesce a trovare una continuità di gioco. 37 punti di Lillard non bastano, Nurkic viene caricato di falli da parte di Jokic che riesce anche a tenere sotto Kanter. Quest’ultimo è risultato molto deludente ed è riuscito anche a perdere il minutaggio nella ripresa.

Michael Malone, tecnico di Denver al termine del match ha dichiarato “sono contentissimo per Rivers considerando che è stato a casa per due mesi in attesa di una chiamata da qualche squadra e nessuno l’ha cercato. Quello che ha sviluppato in campo nell’ultimo quarto è stato qualcosa di speciale. Decisivo Rivers ma Jokic come al solito ha disputato una gara straordinaria”.

Rivers si è superato

Dopo il taglio di Oklahoma City è arrivato a Denver, post trade con i Knicks, e la serata che ha vissuto sicuramente lo ha ripagato della stagione passata. Rivers dichiara. “ringrazio i Nuggets che, in un momento di difficoltà nella mia carriera, mi hanno dato fiducia.

Gli errori commessi mi hanno insegnato molto ed ora penso di essere una persona ed un giocatore migliore. La squadra è speciale e è un orgoglio appartenervi”.

Analisi della gara

La gara inizia con i Nuggets frenati ma appena Nurkic esce Jokic porta la squadra ad un cambio di marcia dominando Kanter. Portland non viene certo aiutata dai falli del bosniaco che riesce comunque a rallentare nella zona pitturata il gioco di Denver. Nella lunga distanza i Nuggets diventano incandescenti e per i padroni di casa la gara diventa difficile.

Anthony in panchina e Lillard in campo fanno si che i padroni di casa riescono a riprendere il Denver ma il Portland deve stare a guardare quando inizia il Rivers Show. “le loro triple hanno generato la differenza afferma Lillard ma non mi sono piaciuti i fischi. Gli arbitri hanno punito, a volte ingiustamente, tutto quello che facevamo a livello difensivo. Sicuramente non è loro la colpa della nostra sconfitta ma sicuramente alcune volte non li ho capiti”.

I Nuggets tirano dalla lunga distanza un ottimo 20/38 e giocate importanti ci sono state anche da Campazzo e dalla panchina. Il tecnico dei Blazers Terry: “nelle prime due gare della serie Denver nella zona pitturata ci ha fatto male, in questa partita abbiamo difeso sufficientemente bene in post ma troppe triple comode concesse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close