Come far crescere una pagina su Facebook

Cosa ci vuole per aumentare il proprio pubblico sui social

Desideriamo dare risalto alla nostra attività sfruttando Facebook come piattaforma per raggiungere un pubblico più vasto? Oppure vorremmo diventare social media manager e gestire delle pagine aziendali portando i nostri clienti ad ottenere risultati concreti in poco tempo?

In tal caso, ci aspetta un’attività emozionante e che metterà alla prova la nostra creatività e la nostra perseveranza. Naturalmente, per raggiungere dei risultati visibili, non è possibile semplicemente creare una pagina, aggiungere qualche post e poi invitare quante più persone possibile a mettere “mi piace”.

Quella del social media manager è diventata una vera e propria professione, tra l’altro molto richiesta. Diventare abili in questo settore richiede dedizione, disponibilità a tenersi sempre aggiornati e voglia di formarsi. Aiuterebbe molto, ad esempio, seguire un corso facebook ads. Oltre alla teoria, poi, non bisogna procrastinare, ma iniziare quanto prima a “sporcarsi le mani”, mettendo in pratica quello che si è assimilato.

In questo articolo parleremo di alcune regole fondamentali per partire con il piede giusto quando si vuole far crescere una pagina su Facebook.

Il percorso da seguire sui social

Creare una pagina aziendale e prendersene cura. Facebook fa differenza tra un profilo, che è inerente ad una persona, ed una pagina, che si riferisce ad un’attività commerciale. Una volta che avremo creato la nostra pagina, dobbiamo fare di tutto per allestirla per ricevere i potenziali clienti. Abbiamo usato il termine “allestire” perché dovremmo vedere la pagina aziendale come una vetrina online che espone quello che facciamo.

Come possiamo fare questo? Un primo passo consiste nell’inserire un’immagine iniziale. Parliamo dell’immagine principale che si vede quando apriamo una qualsiasi pagina. Dev’essere una foto o un’immagine strettamente collegata all’attività svolta.

Fatto ciò, sarà necessario inserire le informazioni utili per contattare il proprietario della pagina, l’indirizzo, un numero di telefono, etc.

Creare un tasto per la call to action è importantissimo per facilitare le cose nel caso un utente voglia contattarci, comprare un prodotto o chiedere delle informazioni supplementari.

Passiamo alla creazione dei post. Non lesiniamo i contenuti multimediali. Possono essere foto, immagini, grafici, video. Il punto è che il popolo dei social ama i contenuti visivi, piuttosto che quelli scritti. O, perlomeno, sono questi i contenuti che primariamente attirano la sua attenzione.

Postare con regolarità è un altro passo essenziale per avere successo. Ci sono dei tools specifici che possono aiutare nella pianificazione, ricordandoci di farlo in un determinato giorno ed in una fascia oraria.

Coinvolgere il pubblico è un’altra best practice che dovremmo assolutamente attuare. Chiediamo agli utenti di esprimere le loro preferenze, le loro opinioni, facciamo dei sondaggi. Rispondiamo con prontezza ed in modo esaustivo ai commenti, ringraziando chi si è preso il tempo per scrivere.

Effettuare delle campagne pubblicitarie mirate è uno dei vantaggi offerti dai social quali Facebook o Instagram. Sarà possibile infatti inserire alcune caratteristiche del nostro target, in modo che solo quelli che corrispondono a questi requisiti potranno vedere i nostri annunci pubblicitari, in modo da rendere la campagna ottimizzata ed efficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close