Calcio: tutte le inchieste della Juventus

Dalle plusvalenze alle manovre degli stipendi, ormai una storia infinita quella della società della Juventus. Tutto gira attorno al club che non riesce a tirarsi fuori da una situazione piuttosto complicata che nel frattempo tira le somme delle pene agli ex dirigenti bianconeri. Per seguire questi aggiornamenti del mondo del calcio, vai sul sito di https://www.rabonascommesse.info/ ed effettua il login, troverai tante offerte promozionali tra cui anche quelle dei nuovi bookmakers pronti a regalarti i loro pronostici.

Plusvalenze e l’inchiesta Prisma

Quello che accede alla società della Juventus è di tutto e di più, ormai il club è dentro un mirino di inchieste e processi che si attendono per avere in seguito anche delle risposte più concrete. E’ un pò come una barzelletta che nel giro di pochi mesi non si fa altro che discutere su tutti i giornali, ma oltre che al discorso plusvalenze, anche l’inchiesta Prisma è ancora in ballo nonostante i rinvii ed i ricorsi da parte del club. Tanto per cambiare ci hanno anche messo su una penalizzazione di 15 punti, che fortunatamente è stata cancellata o meglio graziata   dal Collegio di Garanzia Sportivo. Qualcosa si è mosso in tutti questi mesi ma sembra che la Juventus sia sempre legata alla stessa storia infinita che nonostante tutto pare irrisolvibile, anche se nel frattempo c’è stata la pena per gli ex dirigenti che facevano parte del club. Se vuoi monitorare la tua casa con una telecamera a pannello solare, sapere il funzionamento e dove installarla digita qui e segui tutti i consigli.

La pena

n effetti per l’ex presidente Andrea Agnelli sono arrivati 2 anni di reclusione compreso una multa molto salata che si aggira attorno ai 300 mila euro, per Fabio Paratici 2 anni e 6 mesi   inoltre per Fabio Cherubini e Maurizio Arrivabene 16 mesi mentre si sono accolte solo le difese da parte del vicepresidente Pavel Nedved. Quindi la rideterminazione della pena è passata  per il fatto che comunque è stata riconosciuta la colpevolezza degli ex dirigenti del club bianconero dove i calciatori non sono ritenuti i veri responsabili almeno per la procura Figc. Ora il giorno fissato per il 10 di Maggio riprende l’udienza preliminare davanti al gup di Torino e la sanzione per questi ultimi si riflette più che altro allo stato oltre che a quella complessiva per la società, quindi, dovrebbe esserci nuovamente un’ altra valutazione da parte della Corte federale d’Appello sulle eventuali responsabilit agrave; dei singoli ed ex dirigenti.

La Corte d’Appello

Inoltre il procuratore Giuseppe Chinè già aveva rimandato di due volte la sentenza e nel dibattimento della sanzionatoria un nuovo pronunciamento da parte della Corte d’Appello sulla proporzionalità della pena. Tuttavia la Juventus ha rischiato in pieno sia la Champions che l’Europa League per tutte queste inchieste che la penalizzano. Ma alcune udienze ancora da chiudere si devono sicuramente presentare ancora ma probabilmente intorno alla fine del campionato precisamente in questi prossimi giorni. Ma il Collegio di Garanzia dice a più riprese che non è suo compito individuare alcune sanzioni perché comunque sarebbe una mossa che più che altro si aspetta dalla giustizia federale. Insomma la società bianconera ha ancora peli da torcere.

Ancora tutto irrisolto

Adesso a parte la penalizzazione dei 15 punti e la pena degli ex dirigenti, che tuttavia si sono quasi risolti, il club ancora deve sbarazzarsi bene o male di altri grattacapi. Se ne parla alle lunghe ancora, certamente, se non fosse per quella penalizzazione tolta dal Collegio di Garanzia ed altre situazioni la Juventus non poteva prendere parte del campionato così facilmente perchè alla fine il fatto di essere piena di certi ingrippi gli faceva saltare la partecipazione al gioco del calcio. Tante chiacchiere ma poi infatti non è mai successo nulla o per lo meno pare il campionato lo sta giocando anche se barcollando.

Previous post Quattro consigli utili per scegliere un buon notebook
Next post Alchemy Ways, slot machine di Red Rake Gaming