Guidare a Firenze: fra traffico, costi e city car perfette

guidare-firenze-city-car

In questi ultimi anni, prendono sempre più campo le cosiddette city car, che riescono ad avere sempre più consensi tra gli automobilisti, combinando, in pochissimo spazio, confort, sicurezza e parecchie funzionalità anche tecnologiche e ultramoderne.
Qualche anno fa le city car erano scelte soprattutto dalle persone che non potevano permettersi di spendere grosse cifre nell’acquisto di un’autovettura, indipendentemente dall’uso che ne venisse fatto. Le auto proposte erano piccole, solitamente brutte a prima vista e la sicurezza non era nemmeno paragonabile a vetture di più grandi dimensioni con prezzi nettamente più elevati.

Ultimamente, quest’ottica è totalmente cambiata e tantissimi modelli di city car integrano svariate caratteristiche relative a comfort e tecnologia che le portano a competere con vetture di rango superiore con costi nettamente più alti. Riescono sorprendentemente a confermarsi nei test di sicurezza Euro Ncap con punteggi molto alti e sono dotate di dispositivi di sicurezza intelligenti di ultima generazione.

In una città trafficata come Firenze, quando gli spostamenti obbligano a utilizzare la vettura rispetto ai mezzi pubblici, è necessario trovare un’auto che abbia le caratteristiche ottimali per consentire di viaggiare in sicurezza, in comodità, che consumi poco e che non occupi troppo spazio quando si cerca un parcheggio.

Ecco i parametri sui quali orientarsi per acquistare la city car perfetta che consenta di vivere l’auto serenamente anche in una città molto trafficata e con grandi difficoltà di parcheggio.

Il primo aspetto da analizzare è sicuramente l’alimentazione della vettura; se si sceglie un’auto con alimentazione a GPL o a metano, si abbattono i costi di gestione e di carburante. Nella maggior parte delle regioni italiane, chi acquista una vettura alimentata a GPL o a metano, ha l’esenzione dal bollo per 5 anni e, in alcuni casi, l’esenzione permanente, consentendo di risparmiare indicativamente dai 200 ai 300€ ogni anno.

Le city car hanno, perlopiù, cilindrate molto basse, questo comporta un minor surriscaldamento del motore in zone trafficate e, aspetto da non sottovalutare soprattutto negli ultimi anni, un minore impatto inquinante nell’aria.

Un ulteriore risparmio viene dato dal costo assicurativo: l’assicurazione aumenta in modo proporzionale alla cilindrata, quindi, avendo un motore molto piccolo, la quota assicurativa sarà più bassa di una vettura standard. Tenendo in considerazione soltanto questi due punti – bollo e assicurazione – il risparmio andrà dai 400 ai 500€ annuali e, analizzando in lungo termine, in soli cinque anni si avrà risparmiato una cifra che supera abbondantemente i 2000€.

Vettura piccola e motore piccolo portano, ovviamente, anche a un consumo di carburante nettamente inferiore rispetto a vetture di categoria superiore; una citycar media con alimentazione a benzina, in città consuma circa 6/7 litri ogni 100 km, portando il costo a circa 0,10€ ogni km percorso. Se si analizza la stessa vettura con impianto a metano, il consumo sarà di 3 kg circa ogni 100 km, portando il costo per ogni chilometro percorso a soltanto 3 centesimi di euro.

Il secondo aspetto da analizzare è la dimensione della vettura, scegliendo una macchina in base alle proprie esigenze. Nel traffico cittadino una vettura piccola è nettamente più comoda da guidare rispetto a una vettura molto ingombrante e, quando si cerca un parcheggio, le probabilità aumenteranno notevolmente visto che servirà uno spazio ridotto.

Il terzo aspetto è la qualità: non è necessario acquistare sempre l’ultimo modello, il più accessoriato, quello esteticamente più moderno. Ci sono parecchie autovetture con pochissimi chilometri, a volte anche a km 0, che vengono offerte sul mercato a prezzi molto competitivi proprio perché magari, a breve, uscirà una nuova versione o soltanto un restyling. Cliccate qui per la auto usate Firenze più vantaggiose del mercato.

Da non scartate vi è la possibilità di acquistare un’auto usata: sul mercato ci sono parecchi concessionari che, secondo la legge, devono offrire all’acquirente un anno di garanzia sulla vettura venduta, consentendo una maggiore sicurezza sull’acquisto appena fatto, anche se non si tratta di una vettura nuova di concessionaria. Ad oggi, le city car offrono tutto a partire dalla sicurezza, comodità, risparmio e serenità durante la guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close